Supervisione

Supervisione di équipe e di gruppi di lavoro

Entrare nelle dinamiche dei gruppi di lavoro comporta particolari difficoltà di conduzione e di gestione delle relazioni fra i singoli componenti. In contesto formativo si afferma che la supervisione di équipe è fra gli ambiti di intervento più ostici e delicati. La metodologia psico-sociodrammatica ha elaborato modalità di intervento e tecniche particolari, affinché i partecipanti restino i protagonisti dell’azione e si autoregolino reciprocamente nell’espressione emotiva dei contenti personali e nella loro elaborazione cognitiva. L’uso di metafore in concretizzazione simbolica è una tecnica particolarmente adatta all’orientamento delle dinamiche di gruppo verso una maggiore consapevolezza e integrazione interpersonale e di ruolo. Altre tecniche attive di frequente impiego sono il role-playing, il role-training e il role-creating, le attività a valenza sociometrica e le rappresentazioni sociodrammatiche di gruppo, in grado di tutelare e arricchire le relazioni interpersonali nell’ambito del gruppo.
Gli interventi di supervisione sono indirizzati a équipe di servizi, a team aziendali o a gruppi di lavoro misti, formati da persone provenienti da diverse realtà professionali ma con competenze similari.
La supervisione è condotta da psicodrammatisti esperti, con formazione psicologica, sociologica, antropologica o in scienze dell’educazione. 
Gli interventi sono organizzati nella sede del Centro Studi di Psicodramma o nella sede dell’utenza.
Supervisione di gruppo

 

Supervisione sui casi

La metodologia psico-sociodrammatica, attraverso la concretizzazione simbolica e la rappresentazione di tipo teatrale, consente di combinare l’attivazione sensoriale ed emotiva con la riflessione critica di gruppo.
Alcune tecniche attive, specificamente studiate per contesti di supervisione, sono in grado di esplorare efficacemente i vissuti personali e interpersonali e le mappe cognitive del gruppo, tutelando il singolo da un’inopportuna esposizione in ambito gruppale. L’elaborazione emotiva viene controbilanciata dal problem solving di gruppo. La tecnica del role-training, in particolare, riesce a proporre il confronto fra stili relazionali diversi ma evitando in modo scrupoloso ogni tipo di atteggiamento giudicante e di valutazione personale sulle idee e sul comportamento di altri.
Per le attività di supervisione  il Centro Studi di Psicodramma si avvale di psicologi e psicoterapeuti con specializzazione in psicodramma, con esperienza specifica in ambito educativo, lavorativo o psicoterapeutico.
Interventi di supervisione  sui casi sono spesso richiesti per il personale di servizi sociali e di organizzazioni non profit.
Un approccio particolare è stato studiato per la supervisione sui casi in gruppi  formati da persone provenienti da diverse realtà professionali ma con competenze e ruoli similari.
Recentemente sono andati affermandosi Gruppi Balint con Metodi Attivi, realizzati su richiesta di medici operanti in servizi ospedalieri, soprattutto in reparti oncologici. La metodologia attiva si è dimostrata particolarmente adatta a fare emergere tematiche di difficile gestione quotidiana e ad elaborarle a livello di gruppo nel giusto equilibrio fra riconoscimento del loro impatto emotivo e ancoraggio al principio di realtà, aiutando i partecipanti a mantenere saldi i propri e gli altrui confini nel rispetto della dignità di ognuno.
Supervisione sui casi

 

 

 

 


Allegati