Interculturale

​Formazione in ambito interculturale

Esperienze progressivamente crescenti in ambito interculturale hanno portato allo sviluppo di tecniche di psico-sociodramma specificamente orientate alla creazione di setting favorevoli al confronto fra culture diverse e alla formazione di canali per una comunicazione efficace dal punto di vista sia emotivo che cognitivo.
La metodologia attiva impiegata parte dalle esperienze, dalle domande e dalle tematiche proposte dai partecipanti, per sviluppare risorse e competenze specifiche, favorire la conoscenza interpersonale e promuovere la cooperazione su problematiche comuni.

LABORATORI E CICLI DI INTERVENTI
Interventi di una giornata (4 o 7 ore) o cicli di interventi (2-4 giornate) vengono organizzati per gruppi di utenti specifici, commissionati da enti pubblici o privati, AUSL, servizi sociali, consultori, scuole, associazioni non profit, su tematiche interculturali a richiesta del committente.
Gli interventi sono organizzati per gruppi di utenti che fanno parte di un’unica unità di lavoro oppure per gruppi composti da partecipanti di diversa appartenenza professionale ma con ruoli affini.
Su richiesta si realizzano procedure di valutazione e un report scritto sugli esiti dell’intervento.
Tematiche di intervento frequentemente richieste
– Pluralità di modelli culturali familiari e sociali.
– I più significativi stereotipi reciproci, aspettative e malintesi.
– Consapevolezza e gestione delle emozioni.
– Competenze di comunicazione e di dialogo interculturale.
– Aspetti sanitari come priorità interculturale.
– Aspetti educativi nel confronto interculturale.
– Esplorazione e sviluppo delle risorse del minore straniero.
– L’alleanza educativa: modelli a confronto.
– Le regole e le eccezioni: principi e valori, i sistemi di premi e punizioni.                                                                                                                 

Formazione in ambito interculturale

 

 


Allegati